non credere

Mentioned in ?
References in periodicals archive ?
Non credere pero che Carmine Donatelli Crocco sia veramente un ladro e un assassino, o come taluni credono un funesto soggetto; niente di tutto cio.
Quia igitur in Deo est intellectus et voluntas, que habent duo propria scilicet veritatem et scientiam, cui debetur fides, et bonitatem et divinum, cui debetur honor et reverencia propria, duo etiam sint modi quibus intellectus errare potest, scilicet absolute, ex natura intellectus, et tails error contra Deum dicitur heresis non credendo in fide expresse, vel negando que tenetur expresse scire, vel quoad ea que non tenetur expresse scire, non credere que credit Romana Ecclesia.
Erano per Petrarca "miseri" per non avere la luce della fede e per non credere nell'immortalita; per questo erano destinati ad essere svegliati dalla morte imminente.
Perche ad alcuni pareua una cert cosa mirabile, & in tutto da non credere, cosi gran copia di tutte le mercatantie da tutti i paesi, & contrade esser partata in quest citta con un quasi perpetuo, et fermo modo; & di qua esser condotta poi per terra, & per mare a diuersisime genti.
Libreria delle donne di Milano, Non credere di avere dei diritti.
Piu sotto, dopo aver affermato di non credere piu "al futuro delle recensioni", annuncia un'altra fede: "al futuro dell'informazione bibliografica che puo essere enormemente potenziata" dall'internet (330), auspicando l'intervento delle universita in questo ruolo.
Protesta l'aurore, intanto, di non credere intorno all'anima se non quando le carte sacre ne insegnano e la Santa Romana Chiesa comanda, vera madre di tutti i popoli e sola maestra del veto; imitandosi qui per dileggio i dogmi del pazzo antichismo, da' quali per semplice uso di scrivere ha preso i destini, le fortune, le deita e si fatti altri vocaboli, che da qualunque lettore di sana mente devono esser presi nel vero senso" (Lucerna 322-23).
E risponde che proprio la visione della radicale sofferenza e talora anche malvagita del mondo, la constatazione della sua tragicita, induce caparbiamente a sperare, a non abbandonarsi totalmente all'immediatezza di quella negativita, a non credere che esistano solo quella assurdita e quella malvagita, pur cosi evidenti.