penetrare


Also found in: Dictionary, Thesaurus, Medical.
See: penetrate
Mentioned in ?
References in periodicals archive ?
Si, sia in AI tragol jert, sia negli altri libri che si misuravano con la storia dei miei luoghi, io ho tentato in fondo di ottemperare alla pulsione di penetrare il passato attraverso i suoi referenti residui mettendomi talvolta in conflitto o almeno in contrasto con quelli nuovi.
All'interno del cuore del potere, egli rendeva invece estrema giustizia al suo home: aveva accesso ai Secreta, agli archivi dove si custodivano gli arcana imperii e in cui neppure il doge poteva penetrare liberamente (doveva essere--in teoria--accompagnato e il sorvegliante non doveva essere in condizione di poter leggere o scrivere).
Solo il poeta asintattico e dalle parole slegate potra penetrare l'essenza della materia e distruggere la sorda ostilita che la separa da noi.
Sono convinto che questa splendida frase ci aiuti a penetrare nel cuore pulsante della ricerca manzoniana, come sono altrettanto convinto che, se Manzoni l'avesse letta, l'avrebbe prima soppesata con "timore e tremore," per poi rigettarla con un inquieto moto di stizza.
Siamo quindi perfettamente d'accordo con l'affermazione di Claude Perrus secondo la quale ciascuna delle opere analizzate richiede "des preferences methodologiques particulieres": non esistono scorciatoie per riuscire a penetrare il senso dei classici della letteratura; solo un'educazione sensibile ai risultati delle ricerche teoriche e metodologiche piu moderne, ma nutrita di erudizione e di intelligente attenzione, puo riuscire a fornire un soddisfacente rendiconto dei testi della tradizione letteraria.
Based on the study of twelve notebooks that constitute the Fondo Paola Masino, housed in the Archivio del Novecento of the University la Sapienza in Rome, Manetti argues that the writer's artistic activity continued well after that date and sets out to prove that the notebooks written over the span of Masino's career provide a key to a better understanding of the author's entire oeuvre: "Piu che una porta spalancata sulla vita intima della scrittrice, o una campionatura esaustiva della sua officina stilistica, i quaderni rappresentano una chiave per penetrare nel suo laboratorio mentale, nel sostrato di immagini, mitologie, censure e desideri, da cui emergono la sua poetica e la sua visione del mondo" (14).
E questo non e un dato marginale: e anzi l'elemento piu caratteristico e significativo della poesia epica scritta nell'Italia del Nord agli inizi del XIV secolo, appunto perche rappresenta la presa di coscienza che una collettivita fa di se stessa e dei suoi interessi, anche economici e commerciali (e in parte Venezia a fare da sfondo storico all'Entree, con la sua politica di colonialismo ed espansione dei traffici, fino a penetrare nelle piu lontane regioni dell'Est asiatico).
Solo insegnando agli studenti che stanno imparando l'italiano a prestare attenzione e a capire allo stesso tempo le inquadrature, il montaggio, la recitazione e la sceneggiatura, la colonna sonora, le scene e i costumi, in poche parole, il film nel suo specifico artistico, gli si permette di penetrare in maggiore profondita nel testo filmico--che non e soltanto una storia- e migliorare cosi anche la 'profondita di campo' sulla cultura e la lingua italiana.
E forse piu illuminante penetrare l'idea di pubblico che questi scrittori si facevano: per Charles de Brosses, illustre presidente del Parlamento di Borgogna, il pubblico non poteva certo essere il lettore di media cultura, ma era la ristretta cerchia di aristocratici amici cui egli non negava i suoi scritti; cosi come per Philippe-Emmanuel de Coulanges (17) il pubblico non era costituito dai mediocri divoratori dei romanzi di cavalleria.
La dove il campo periferico, letto anche alla luce del pensiero di uno scienziato quale Vernadskij, (3) si configurerebbe come un'area dotata di un elevato indice di dinamismo, capace, insomma, di penetrare con efficacia all'interno dei vari nuclei del sistema, sfidandolo con insistenza e rendendo, cosi, produttivi i processi culturali, nell'ambito di un mouvement incessante, e intimamente dialogico.