Concessi

CONCESSI, conveyancing. This is a Latin word, signifying, I have granted. It was frequently used when deeds and other conveyances were written in Latin.. It is a word of general extent, and is said to amount to a grant, feoffment, lease, release, and the like. 2 Saund. 96; Co. Lift. 301, 302; Dane's Ab. Index, h.t.; 5 Whart. R. 278.
     2. It has been held that this word in a feoffment or fine implies no - warranty. Co. Lit. 384 @Noke's Case, 4 Rep. 80; Vaughan's Argument in Hayes v. Bickoxsteth, Vaughan, 126; Butler's Note, Co. Lit. 3 84. But see 1 Freem. 339, 414.

Mentioned in ?
References in periodicals archive ?
Infrastructure sector is being developed through interest free or government concessi onal loans.
In alio catalogo, divisis etiam per classes facultatibus, ii libri scribantur, qui in nostrorum usum extra Bibliothecam concessi sunt; qui vero intra dies octo restituendi extrahuntur, in tabula in hunc usum parieti appensa notentur; quibus redditis, quod fuerat scriptum deleatur.
Il a rappelAaAaAeA@ l'existence septembre 2011 d'un cadre rAaAaAeA@glementaire fixant les modalitAaAaAeA@s des concessi En outre, une commission technique intersectorielle chargAaAaAeA@e de l'exam des projets de concession a dAaAaAeA@jAaAaAeA AaAaAeA@tAaAaAeA@ ins
Testimonios escritos como los Gromatici Veteres (Thullin, 1913) y epigraficos como el catastro marmoreo de Arausio (Piganiol, 1962) documentan la existencia de fundi exenti o concessi, es decir, fundi segregados o respetados por la asignacion, asi como luci, o bosques sagrados dependientes de un templo.
Non felicita dunque per i morti o i vivi; almeno i morti possono parlare nei quindici minuti di coscienza a loro concessi senza paura e senza tremare nei versi liturgicamente intonati, liberati definitivamente da speranza e desiderio, e da quella orrenda esperienza che e la noia, e cioe il nostro essere privo dello spirito vitale.
Non ha il permesso di dipingere, gli so no concessi solo una matita e un quadernetto verde dove scrivera il Diario di prigione: "Isolato dagli uomini, mi volgo alle immagini, richiamo i ricordi di un passato che pare pieno di luce come a trovarvi una prova della mia vita, una certezza oggettiva che nulla nel presente mi potrebbe fornire" (De Donato e D'Amaro, 2001: 116).
Dimostrando particolare attenzione a cogliere le eventuali ricadute pratiche dell'ozio, il letterato friulano non manca pero di precisare che gli "honesti e leciti trattenimenti" sono invece concessi all'uomo impegnato nei negozi "per raddolcire talvolta le travagliate passioni dell'animo humano" (B4v).
Negli anni del secondo dopoguerra l'industria nell'area salernitana visse un'intensa crescita, grazie agli aiuti per il Mezzogiorno (crediti agevolati concessi dal Banco di Napoli e soprattutto dall'Isveimer) e alla politica industriale portata avanti da Alfonso Menna, sindaco di Salerno dal 1956 al 1970, che si protrasse oltre il 1963 (2), oltre cioe la fine del miracolo economico italiano allorquando l'Italia visse una delicata congiuntura economica, legata alla crisi delle relazioni industriali che condusse all'autunno caldo del 1969 (3).
Il primo e rappresentato dal provvedimento con il quale Ruggero II stabili nel 1144 che i privilegi concessi alle chiese e ai sudditi di Calabria e Sicilia dovessero essere esibiti e sottoposti a verifica e a riconferma da parte della corona.
Il 20 novembre, dopo una cerimonia che duro cinque ore, ci furono concessi ufficialmente i visti americani>>.
quod concessi libentur; multos enim eius praeclaros de re publica sermones accipiam, instruar etiam consiliis idoneis ad hoc locum nostrum negotium".
L'allora rappresentante pontificio, Giulio Rossini, stimava il gettito della franchigia del clero per la gabella del grano a rotolo in 10.000 ducati annui; sino a quel momento da tale somma erano stati erogati 6.500 ducati a diversi conventi, all'Ordine di Malta, a vescovi e arcivescovi residenti pro tempore a Napoli; i restanti 3.500 ducati erano invece stati concessi, ancora fino al maggio 1586, al conventi di Donna Regina e di Sant'Antonio di Padova (42).