Statuti

STATUTI, Rom. civ. law. From Constantine to Justinian, advocates, were arranged in two classes: viz. those called Statuti, and the supernumeraries. (q.v.) The Statute were those advocates whose names were inscribed in the registers of matriculation, and formed a part of the college of advocates. The number of advocates of this class was limited. See Calvini Lex ad vocem.

References in periodicals archive ?
entro "u crisi epocale di certi statuti di pensiero e di poetica pienamente condivisa da Pirandello".
Iuxta suggestionem vicariiMesopotamiae de his, qui officia praesidalia deserentes ad sacramenta militiae adspirasse noscuntur, iteranda statuti desideratur auctoritas, ideoque etiam nunc iubemus, ut retentis his qui veteranorum seu militum filii esse noscuntur ceteros gravitas tua officiis propriis restituere non moretur.
L'eredita di Cola di Rienzo: Gli statuti del Comune di popolo e la riforma di Paolo II.
Se io riesco a consolidarmi sul trono; se coi tesori di mio padre potro formare un partito numeroso alla mia causa, mutero sull'istante i vecchi statuti del Regno--ruminava tra me medesimo--e cambiero il governo costituzionale che mi tiene legate le mani in un governo dispotico.
Questa Sezione fornisce assistenza, in conformita con quanto previsto nei rispettivi statuti, al Fondo Pensioni e al Fondo di Assistenza Sanitaria (<<FAS>>),
Statuti di ordini cavallereschi "curiali" nellaNapoli aragonese, Salerno, 1999, pp.
La condizione dello scomparso secondo gli statuti e la tradizione popolare di Venezia", Nuovo Archivio Veneto, t.
Alio stesso tempo si e rafforzata l'autonomia di tali Regioni facendo in modo che gli statuti fossero adottati direttamente dalle stesse con legge nel rispetto di una speciale procedura che ricorda quella richiesta per la modifica della Costituzione (doppia approvazione, maggioranza qualificata, possibilita di referendum).
E' autore di circa 200 saggi su riviste giuridiche italiane e internazionali e delle monografie "La questione di fiducia nel sistema parlamentare italiano" (Giuffre, Milano, 1996), "Nuovi statuti e forma di governo delle Regioni" (Il Mulino, Bologna, 2002) e "Messico" (Il Mulino, Bologna, 2013, collana "Si governano cosi").
Entre los que escribieron a favor destacan, en 1575, a Diego de Simancas con su Defensio Statuti Toletani, bajo el seudonimo de Didacus Velazquez y, ya en el reinado de Felipe III, en 1608, a Baltasar Porreno, quien dejo un tratado manuscrito bajo el titulo Defensa del estatuto de limpieza que fundo en la Sancta Iglesia de Toledo el cardenal y arzobispo don Juan Martinez Siliceo.
Il che e riconosciuto, sia pure senza giungere a conclusioni comparabili a quelle del Pugliatti, da numerosi autori che dall'analisi del diritto positivo argomentano l'esistenza di molteplici statuti della proprieta, varianti secondo la natura del bene considerato.