deridere


Also found in: Dictionary, Thesaurus.
See: jeer, mock
Mentioned in ?
References in periodicals archive ?
A guardare la parzialita del nostro linguaggio sul comico, cosi modulato sull'identificazione del ridere con il deridere, si capisce che non aveva tutti i torti Henri Bergson a sostenere che il riso e un meccanismo inventato per correggere i comportamenti, anche solo a livello inconscio, antisociali: "il y entre toujours [nel piacere del riso] l'intention inavouee d'humilier, et par la, il est vrai, de corriger, tout au moins exterieurement" (Bergson, 1914: 139).
In un contesto in cui il combinato uso della retorica e del suo svelamento guida la pratica manzoniana del romanzo, diventa allora chiaro come l'ironia manzoniana sia soprattutto autoironia e non miri ad ingannare o deridere, ma ad includere ed educare: "nel progetto retorico dei Promessi sposi e inscritto un lettore la cui importanza e pari a quella dell'autore, proprio per la confluenza tra retorica del giudizio e ricorso all'ironia" (134).
Afirma tambien que hay que defender, por mas que pueda parecer paradojico, la version de san Jeronimo, segun la cual el sujeto es Dios, frente a otras, entre ellas la version griega y la hebrea que 1) parafraseando atribuyen a los impios el burlarse de las penas de los inocentes, 2) por esta razon no emplean la negacion delante del verbo subsanare o deridere y 3) utilizan el verbo tecnico de la burla subsannare: