Mentioned in ?
References in periodicals archive ?
Once we understand that the three terms -- manu scribere, emendare, describere -- and the persons associated with them, represent three distinct types of scribal activities, the structure of Fronto's response to Marcus becomes clear.
Bentley arrivo persino ad emendare il distico finale del libro XII che vede il congedo di Adamo ed Eva lasciati andare soli al loro destino, in una atmosfera di triste malinconia.
O autor se serve da tecnica merovingia de rima ou de assonancia: caeli forma uma rima monossilabica com virtute, mundi com ardere, omnes com maiestatis, dicturi com emendare etc.
Ordo quoque et modus psallendi in choro pro sollemnitate et tempore; ordinatio pro luminariis deportandis; si quid etiam necessarium pro reparatione baselicarum, que sunt in urbe, ipse denuntiat sacerdoti; epistolas episcopi pro diebus ieiuniorum parrocitanis per ostiarios iste dirigit; clericos quos delinquere cognoscit, iste distringit: quos uero emendare non ualet, eorum excessus ad agnitionem episcopi defert.
afferma che l'emendamento eliminerebbe la fastidiosa presenza di un misterioso terzo interlocutore, che si aggiungerebbe all'ego parlante e al lettore/ascoltatore cui esso si rivolge: ma se tale presenza e fonte di imbarazzo, piuttosto che emendare il testo, e forse piu economico attribuire il fatidico quis ille?
Tuttavia si deve rilevare che possono verificarsi situazioni di grave indisciplina da parte del clero, nelle quali ogni tentativo di risolvere i problemi con i mezzi pastorali e con quelli canonici gia previsti nel Codice di Diritto Canonico non si dimostra sufficiente ed idoneo a riparare lo scandalo, ristabilire la giustizia e fare emendare il reo (cfr.
Subito dopo la canzone XLVII, ecco allora il dittico per la morte di Trifon Gabriele (ottobre 1549): nel primo sonetto, ricordando "come ignuda piace / e negletta virtu pura e verace" e come il vero valore splenda anche se non fasciato "di gemme e d'ostro" (XLVIII, 1-3), il poeta pub emendare "gli error che torto han fatto il viver suo" (Ivi 14); e nel sonetto successivo puo paragonarsi al "sublime augello / in ima valle preso" (XLIX, 9-10), eppure attratto dal peccato che lo invischia.
I, Proemium, 10: "vir ille vere civilis et publicarum privatarumque rerum administrationi accomodatus, qui regere consiliis urbes, fundare legibus, emendare iudiciis possit".
36 Ordinis Synodi Episcoporum, facultas respondendi tribui potest Patribus Synodalibus, qui necessarium duxerint aliquid complere, emendare aut enucleare circa ea quae in Relationibus contineantur.
Nonostante l'apparente enfasi sul peccato da emendare, non e tanto la maniera inopportuna del cavaliere, unica macchia di una figura altrimenti impeccabile, ad attirare l'attenzione del monsignore, quanto piuttosto il procedimento con cui la cura e la correzione del vizio vengono amministrate.