ignorare

See: mistake
Mentioned in ?
References in periodicals archive ?
La reforma cotn'e noto a inciso considerevolmente e in maniera costitutiva sull'apparato giudiziario; sarebbe pertanto ingenuo e semplicistico ignorare la svolta awenuta, e bene pertanto che in futuro .
Quasimodo avrebbe potuto ignorare la realta della Grecia del secondo Novecento e ricreare nello spazio poetico l'Atene del V-IV secolo a.
Ci sono infatti evidenze in letteratura che il feedback concomitante porti a una maggior dipendenza dal feedback stesso, inducendo i soggetti ad ignorare l'input somatosensoriale.
Crediamo anzi che il giudice, nel suo intimo, ne volle ignorare l'esistenza.
la giustizia deve ignorare tutto il camuffamento che e il volto.
Jeauneau [further: PP IV, Jeauneau, CCCM 164], Turnholti, 2000) 51: "Scio enim me esse, nec tamen me praecedit scientia mei, quia non aliud sum et aliud scientia qua me scio; et si nescirem me esse, non nescirem ignorare me esse.
Inoltre, nella consapevolezza che il telos della (e di ogni) metodologia ritorna costantemente verso il polo magnetico rappresentato dall'opposizione tra <<entropia>> e <<sintropia>>, il ricercatore e l'attore non possono ignorare le questioni di etica pedagogica relative alla deontologia del metodo, che chiamano in causa l'onesta intellettuale di chi fa ricerca e di chi agisce nelle prassi.
La sua attenzione per la Parola di Dio e la sua risolutezza a percorrere il cammino di fede riconosciuto come giusto, non fanno tuttavia certamente ignorare i suoi limiti personali e altrettanto poco il fatto che i problemi fondamentali nel rapporto fra fede, Scrittura e tradizione e Chiesa, cosi come li ha visti Lutero, fino ad oggi non sono stati ancora suficientemente chiariti.
12) El 28 de junio de 1077 escribe una nueva carta Ad Hispanos en que completa la doctrina sobre la preeminencia de la Sede Apostolica sobre los reinos espanoles, entregados a San Pedro en derecho y propiedad: <<Non ignorare credimus prudentiam vestram, qui Sancta et Apostolica Sede princeps et universalis mater sit omnium Ecclesiarum et gentium quas divina clementia ad agnitionem sui nominis in fide Domini .
Y esa precision topografica contrasta con lo que siempre ignorare de su vida: ese blanco, ese bloque de desconocido y de silencio".
83, Patrologia Latina (Paris: Jacques Paul Migne, 1850), 875-876, donde tiene esta frase al tratar de la biblioteca: "Gentilium libros vel haereticorum volumina monachus legere chaveat, melius est enim eorum perniciosa dogamata ignorare, quam per experientiam in aliqueum errores incurrere".
1993), Tiganii--Intre ignorare si ingrijorare (Gypsies, between Ignorance and Concern).