propense


Also found in: Dictionary.
Mentioned in ?
References in periodicals archive ?
That propense inclination which is for very wise purposes implanted in the one sex for the other, is not only necessary for the continuance of the human species; but is, at the same time, when govern'd and directed by virtue and religion, productive not only of corporeal delight, but of the most rational felicity.
Even if it does not have any significance, this result supplies signs that the hypothesis that the students who study the methods of the financial decisions are less propense to the cognitive bias caused by sunk costs is not sustained.
Le generazioni successive, meno propense allo studio della cartografia, si accorsero dll'inutilita di questa enorme carta e non senza empieta la relegarono alla inclemenza del sole e degli inverni.
Questa preoccupazione di stabilire un rapporto attivo tra l'autorith del re di Spagna, da parte di Magellano, e le comunith locali, qualora queste si fossero mostrate propense ad accettarla, trapela in vari punfi nel racconto e, assieme a quello della individuazione delle terre, sembra mostrarsi come principale intento, preventivamente concordato fin dal momento della partenza.
Nel simulare mosse oblique sullo scacchiere del desiderio--imprimendo alla propria epifania quell'andatura trasversale, cosi tipica, per Sklovskij, della convenzionalita dell'arte (39)--ella, infatti, sa orchestrare con somma destrezza imboscate e, insieme, fughe apparenti che sembrano propense a radicarne la sagoma nel luogo esatto in cui si posiziona.
Le generazioni successive, meno propense allo studio della cartografia, si accorsero che questa enorme carta era inutile e non senza empieta la relegarono alla inclemenza del sole e degli inverni.
L'esempio macroscopico d'instabilita nel quadro di un diffuso sentimento comunitario e l'Europa, un'entita culturale differenziata fin nelle piu rarefatte concezioni comunalistiche (com'e l'Italia), che si determina in un nuovo assetto istituzionale, piu conforme alle esigenze del mercato, della circolazione delle idee e della forza-lavoro secondo un modello inedito di complementarieta e di reciproco sostegno fra gli Stati e, all'interno degli Stati, delle regioni che elettivamente ritengono di coordinare le loro risorse con quelle piu propense a dare efficacia alla loro tradizionale o innovativa dedizione produttiva.